CICLOVIA - Jazzo Rosso - San Magno - Castel del Monte
Jazzo Tarantini

Lo Jazzo Tarantini è un esempio significativo dell’architettura rurale in pietra a secco delle Murge. La costruzione si trova in una vasta area caratterizzata da ambienti di steppa e coltivi sul fianco di un lieve solco carsico. Gli jazzi sono manufatti destinati all’allevamento prevalentemente ovino. Appaiono come ampi recinti di forma rettangolare suddivisi in diverse porzioni da muri interni. Ai lati dell’ampio recinto si distinguono gli ambienti destinati a stalla(lamioni) e solitamente, dalla parte opposta, gli ambienti destinati ad abitazione dei lavoratori e ambienti per la lavorazione del latte. L’origine degli jazzi è da ricercarsi nella plurisecolare attività della transumanza. La pastorizia transumante era già diffusa all’epoca romana e si realizzava con una migrazione stagionale dei pastori e dei lavoratori addetti al settore della lavorazione del latte e della lana, con greggi e mandrie.


Jazzo Tarantini in agro di Corato (Foto di Mirella Campochiaro)