CICLOVIA - Jazzo Rosso - San Magno - Castel del Monte
Guida alla Segnaletica

I criteri tecnici per la segnaletica adottati nell’itinerario ciclopedonale sono i seguenti:

Funzione: i segnali hanno la funzione principale di indirizzare il ciclista e pertanto le informazioni privilegiate sono la direzione con bivi e svolte, le località da raggiungere e la distanza in km.

Colori: si è rispettato quanto previsto dal CdS, o più precisamente dal regolamento di attuazione DPR495/92. Pertanto per gli ambiti urbani (centri abitati) e per destinazioni al loro interno si è usato il fondo bianco, mentre per gli itinerari extraurbani – anche quando i segnali vengono collocati in ambito urbano – si è privilegiata la lettura degli itinerari come elemento turistico e pertanto le scelta è caduta sul colore marrone. Questa scelta rappresenta una piccola forzatura poiché nel CdS l’uso del marrone è riferito alla meta turistica indicata dal cartello e non al veicolo. Per questo motivo in tutti i segnali è riportato il logo della bicicletta (simbolo di cui alla fig. II 131, art. 125 DPR 495/92) come elemento caratterizzante e unificante il vecolo cui sono destinati. Si ricorda che il simbolo di cui sopra non prefigura elementi di precedenza e/o protezione per il ciclista.

Forma: il CdS prevede per i segnali di direzione due forme geometriche: rettangolare per collocazioni in ambito urbano; sagomata con profilo della freccia per l’ambito extraurbano.

Dimensioni: il CdS prevede di norma dimensioni dei segnali adeguate alla necessità di percezione e lettura dell’automobilista. Per l’utenza ciclistica e su viabilità riservata (ove il traffico motorizzato si presume interdetto o comunque “moderato”) sono state adottate dimensioni molto ridotte. Ciò per un miglior inserimento ambientale, considerato che laciclovia si trova in luoghi di pregio paesaggistico e naturale.

Simboli e caratteri: si sono rispettati simboli e caratteri previsti dal CdS, o meglio dal Regolamento di attuazione DPR 495/92, con però l’aggiunta di sigle alfa numeriche (C01AM) dell’itinerario, sigle di province e regioni, sigla BICITALIA, loghi.

 

Lungo tutti i percorsi è posizionata:

– una segnaletica verticale di sicurezza, in metallo, con particolare attenzione alla presenza di incroci e nelle diverse direzioni;

– una segnaletica escursionistica orizzontale e verticale

– tabelle direzionali in metallo e in legno, sia lungo le strade asfaltate che sterrate.

Per accompagnare il ciclista lungo i vari percorsi sono stati posizionati dei cartelli direzionali oltre le tabelle di indicazione di inizio e fine percorso con l’indicazione della lunghezza del percorso stesso, i tempi di percorrenza e la difficoltà. Dato che alcuni tratti dei percorsi sono ospitati da strade statali ad uso promiscuo del manto, sono stati posizionati dei cartelli di pericolo per avvisare gli automobilisti della possibile presenza di ciclisti.

 

Galleria